Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

    Ricordami     Dimenticato Login?   Registrati  

27-28-29 settembre 2017

#hackUniTO for Ageing:
Impatto della Ricerca e opportunità di implementazione con le Imprese
Coaching, Matching, Networking
Torino | Università di Torino, Dental School

Il 27, 28 e 29 settembre 2017 il percorso di #hackUniTO for Ageing ha avuto nuovo sviluppo con importanti opportunità. Il Network è tornato a riunirsi per:

  • Avviare percorsi di progettazione congiunta per la partecipazione a bandi di ricerca con finanziamento pubblico;
  • Costruire partenariati per la partecipazione a futuri programmi di finanziamento pubblico, locali, nazionali e internazionali;
  • Promuovere ed accelerare rapporti di collaborazione con le aziende italiane per portare sul mercato prodotti e servizi per la popolazione che invecchia.

Scarica e consulta il programma delle giornate 

 

 

Coaching
Il potenziamento dell’impatto socioeconomico della Ricerca

Coaching 01
Coaching 02
Coaching 03

Guarda tutte le foto dell’evento


#hackUniTO
ha offerto ai ricercatori del suo network la possibilità di partecipare all’Early Acceleration Programme, un percorso per potenziare l’impatto del proprio progetto di ricerca sul tessuto socioeconomico del territorio. L’intera iniziativa si è sviluppata nelle giornate del 27 e 28 settembre.

La sessione di apertura è stata introdotta dal Prof. Stefano Carossa, Responsabile della Dental School, e il Prof. Germano Paini, Responsabile del progetto strategico d'Ateneo Innovazione e Competitività a seguito della quale la sessione di coaching è entrata nel vivo dell’azione.
La diretta dell'evento sul Canale FB

Matteo Bonfanti di Quadrivio SGR ha aperto i lavori con la presentazione dei fondi di Venture Capital.
Scarica le slide della presentazione di Bonfanti

I The Doers hanno poi condotto il workshop nelle due giornate.

Il 27 settembre è stato dedicato ad introdurre la metodologia innovativa Lean Startup studiando in particolare I tipi di innovazione, i rischi, le cause di fallimento e come aumentare la probabilità di successo di un progetto di ricerca secondo diversi step: 
- identificare la tipologia di clienti e il loro “Job to be done”, con relative esercitazioni;
- testare la bontà dell’idea attraverso la formulazione di un’offerta;
- costruire esperimenti per validare la soluzione al problema identificato.
La mattina del 28 settembre ha visto la prosecuzione del coaching, in cui si è discusso di Open Innovation e come la ricerca entra in relazione con l’impresa. Il percorso si è chiuso con una sessione di Q&A per approfondire i temi trattati nei workshop e dar spazio all’interazione tra i partecipanti.

Il workshop ha coinvolto 46 ricercatori provenienti da tutta Italia.
Scarica le slide di The Doers - Lean Startup
Scarica le slide di The Doers - Open Innovation

 

Matching
L’incontro tra i ricercatori e le imprese
 
 

Matching 01
Matching 02
Matching 03

Guarda tutte le foto dell’evento

Con l’intento di costituire partenariati mirati alla creazione di una progettualità congiunta al fine di cogliere opportunità future e presenti, ricercatori, imprese e implementatori della ricerca hanno partecipato a 4 distinti tavoli di lavoro, selezionando la traiettoria più affine ai loro interessi:

  • Agrifood
  • Salute
  • Tecnologie per gli ambienti di vita
  • Smart, Secure and Inclusive Communities

L’attività dei tavoli è stata supervisionata e coordinata da 4 distinti Referenti Scientifici e da 4 rappresentanti dei Cluster vicini per tematiche alle singole traiettorie.

Data l’emergente occasione offerta dal bando MIUR “Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuale dal PNR 2015-2020”, che mette a disposizione un finanziamento complessivo di € 497 milioni per le Università e Aziende vincitrici, i partecipanti ai tavoli hanno avuto modo di confrontare le diverse competenze e aree di interesse con lo scopo di definire un’ eventuale partecipazione congiunta.

La presenza ai tavoli ha coinvolto:

  • 60 Ricercatori
  • 14 Imprese
  • 3 Associazioni
  • 1 Istituto Privato di Ricerca
  • 3 Cooperative
  • 1 Startup innovative

Scarica il report dei tavolo Agrifood
Scarica il report del tavolo Salute
Scarica il report del tavolo Tecnologie per gli ambienti di vita
Scarica il report del tavolo Smart, Secure and Inclusive Communities

 

Networking
La rete cresce...

Networking 01
Networking 02
Networking 03

Guarda tutte le foto dell’evento

Nella sessione conclusiva del 29 settembre sono stati condivisi i primi risultati dei lavori svolti durante la fase di matching tra Ricerca e impresa. I coordinatori di ogni tavolo tematico hanno presentato le proposte progettuali emerse e\o le intenzioni future delle compagini formate. Le proposte sono state raccolte dai Rettori e delegati dei Rettori delle università afferenti al network che le sottoporranno alle proprie istituzioni nell’ottica di continuare il percorso di collaborazione.

Durante tutti i tre giorni sono stati messi a disposizione spazi e momenti di networking per favorire l’incontro tra singoli ricercatori e singole imprese finalizzati al consolidamento del network e all’emergere di nuove collaborazoni.
In occasione dell’evento lo sportello di consulenza di Federmanager, sempre disponibile per via telematica ai nostri ricercatori, ha incontrato i ricercatori interessati a una consulenza mirata e specialistica. I soci di Federmanager, grazie a professionalità che operano ed hanno operato in tutti i settori economici e con diverse competenze (finanziaria, amministrativa, supply chain, tecnica, commerciale, marketing, etc..), hanno risposto con occhio analitico alle esigenze espresse dai ricercatori offrendo il loro supporto e contributo all’iniziativa.

La call ai ricercatori sul tema dell’invecchiamento sano e attivo è sempre aperta!

Il network cerca nuovi partner, sia implementatori della ricerca e creatori di domanda di servizi e prodotti rivolti all’ageing, sia sostenitori in grado di finanziare i progetti e renderli attivi e competitivi sul mercato creando lavoro e opportunità nel settore commerciale ma anche di risparmio di tempo e denaro del cittadino.

Siamo orgogliosi di segnalare che le prime collaborazioni tra ricercatori sorte durante l’evento hanno portato alla creazione di 6 nuovi progetti di ricerca, portando a quota 290 il numero dei progetti presenti sulla piattaforma, a testimonianza della sua unicità e della fiducia riservata per questa iniziativa.

Siamo sicuri che il network di #hackUniTO for Ageing, grazie alla fiducia accordataci dalla nostra rete di sostenitori, ricercatori e implementatori, crescerà ancora e sarà sempre più fonte di valore aggiunto alla ricerca e di sviluppo e innovazione.

Ora parte la fase di avviamento dei progetti risultati idonei per la partecipazione al bando PON con scadenza 9 novembre 2017 e la valorizzazione del network in una KIC nazionale.